Edward Haiek - miodottore.it

La visita ginecologica

Come si svolge una visita ginecologica?

Esame esterno. In primo luogo il ginecologo deve esaminare obiettivamente tutto il corpo della donna ed in particolare l'addome. Subito dopo passerà all'esame della vulva, cioè i genitali esterni, per controllare che non ci siano segni di infezione, gonfiori, escrescenze, ulcere o piaghe.

Esame interno. Si divide in due momenti:

  1. Esame bimanuale. Il ginecologo inserisce due dita della mano - l'indice e il medio - nella vagina, mentre con l'altra mano preme sul basso addome. Ciò permette la valutazione dell'utero e degli annessi - ovaia e tube di Falloppio.
  2. Esame con lo speculum, un apposito strumento che viene inserito nella vagina per permettere di vedere chiaramente il collo dell'utero e le pareti vaginali, nonché eventuali anomalie presenti (erosione, infiammazione, ecc.). Lo speculum permette, inoltre, di effettuare il paptest, i tamponi vaginali e cervicali ed il prelievo citologico per la tipizzazione virale.

Il medico completa la visita effetuando l'esame del seno per controllare che non esistano noduli, granulosità o qualsiasi altra anomalia. Un'occasione da non perdere per farsi mostrare come eseguire da sole questo esame.

al termine della visita il ginecologo farà una valutazione del vostro stato. Nel caso in cui prescriverà farmaci o contraccettivi dovrà spiegare come agiscono, quali sono le loro proprietà, come si usano, quali sono i possibili effetti collaterali. Se qualcosa non fosse chiaro, non esitate nel chiedere spiegazioni.

La visita ginecologica ha un ruolo molto importante per la salute della donna che, fin dalla giovane età, deve imparare a prendere confidenza con il proprio corpo per capire quando c'è qualcosa che non va. Se si hanno rapporti sessuali o, comunque, si sono superati i 18 anni si dovrebbe effetuare una visita e un paptest all'anno e, in ogni caso, tutte le volte che si presenti o si sospetti un problema ginecologico.

Inoltre, indipendentemente dall'età, una visita ginecologica è consigliata nel caso in cui si riscontra:

  • un insolito dolore vaginale o pelvico
  • un'inconsueta perdita o un sanguinamento vaginale anomalo
  • rigidità pelvica o dolore al basso addome
  • dolore o gonfiore della vagina
  • ingrossamento della mammella o dell'ascella
  • raggrinzimento, rientranze o altri cambiamenti della pelle della mammella
  • capezzoli rientrati, sanguinamento o perdite dal capezzolo
  • cambiamento nelle dimensioni o nella forma del seno
  • dolore o fastidio prima del ciclo mestruale
  • dolore o fastidio durante o dopo un rapporto sessuale
  • preoccupazioni di ogni tipo sulla propria salute sessuale e riproduttiva

Ginecologia: per saperne di più...